Panoramica storica Bleiburger B2B Messe

La fiera è sopravvissuta ai tempi della corona ed è organizzata per una durata di due giorni nel settembre 2021!

Dal 2017, gli incontri annuali B2B e la Bleiburger B2B Fair sono stati tenuti presso il Culture Center Bleiburg dal Culture Center, la Comunità Economica Bleiburg/Feistritz e Marcelino (VAKBit) al fine di promuovere lo sviluppo dei collegamenti commerciali tra le aziende straniere e Bleiburg.

Dal 2017, ogni anno i rappresentanti delle aziende di diversi paesi, Culture Center Bleiburg, la Comunità Economica Bleiburg/Feistritz, Marcelino, VAKbit organizzano un evento con il concetto di una fiera motto e l'ambito tematico Export to Austria.

Di più presso:
http://www.kulturnidom.at https://vakbit.com https://wirtschafts-gemeinschaft.at https://kisnet.at

Per promuovere lo sviluppo della città di Bleiburg, che si trovava in grande difficoltà economica dopo una grave devastazione, il 16 marzo 1393 il duca Albrecht concesse il diritto di tenere un mercato dei prati, che doveva svolgersi il 15 agosto. Già i primi mercati portarono grandi controversie, così che il 10.9.1393 fu eletto un proprio giudice cittadino, che doveva risolvere le controversie. Il giudice cittadino più importante fu Hanns Katschnik, che nel 1428 redasse un contratto tra la città di Bleiburg e il rispettivo proprietario del prato riguardo al diritto d'uso, che è valido ancora oggi. Questo contratto è una delle più antiche consuetudini giuridiche d'Europa ancora valide oggi!

Da allora, ogni anno i rappresentanti della città regalano al proprietario del prato un sacchetto di velluto rosso contenente 2 lotti (antica unità di misura) di noce moscata e chiodi di garofano, così come le più piccole monete in circolazione, come riconoscimento del diritto di utilizzare il prato. Come caratteristica del mercato, ogni anno viene eretto il "Freyung", un lungo palo decorato sul quale è fissato un braccio con una spada, come segno visibile da lontano che il potere dei duchi veglia sull'osservanza delle regole del mercato e punisce chiunque le violi.

Dal 1994, la Freyung è stata collocata presso il pozzo Freyungs di Kiki Kogelnik sulla piazza principale di Bleiburg.

Il mercato divenne presto il più grande mercato di bestiame della Bassa Carinzia e commercianti e compratori dalla Carinzia, dalla Stiria, dalla Carniola e anche dall'Italia venivano a questo mercato, che era molto importante per l'economia di Bleiburg.
Per molte persone il mercato era l'unica opportunità durante l'anno di acquistare certe merci e così spesso il fabbisogno dell'anno per vestiti, stoviglie, attrezzi, ecc. veniva acquistato al mercato dei prati di Bleiburg.

Fino al 1842 il mercato dei prati si teneva senza interruzione il 15 agosto. Tuttavia, il 22 luglio 1842, l'imperatore Ferdinando I esaudì un desiderio a lungo atteso dai cittadini e spostò il Bleiburger Wiesenmarkt al lunedì dopo Egyd (1 settembre).

Da allora, il mercato dei prati di Bleiburg si è sempre tenuto all'inizio di settembre.
Anno dopo anno il mercato è diventato più grande e più importante, così che nel 2019 di nuovo più di 300 commercianti e showmen hanno partecipato agli eventi del mercato.

Nella sua storia, il Wiesenmarkt è anche diventato sempre più un evento sociale che riunisce le persone. 

I numerosi luoghi della gastronomia locale sono luoghi d'incontro popolari e anche il grande parco di divertimenti attira sempre più persone a Bleiburg.
Stime prudenti dicono che più di 100.000 visitatori frequentano il Bleiburger Wiesenmarkt ogni anno.

Il Bleiburger Wiesenmarkt è organizzato dal comune di Bleiburg.